.: Luciano Filippi :.

 

La passione per le orchidee spontanee ha spinto da molti anni l'amico Luciano Filippi di Cecina a studiare la loro biologia e, in particolare, i meccanismi della loro impollinazione, entrando così in contatto con l'affascinante mondo degli insetti impollinatori e con i complessi meccanismi della loro attività pronuba.

“Per la prima volta, nei primi anni novanta, ho visto un grosso insetto ronzante impollinare una Barlia robertiana ed è stato frustante non sapere quasi niente di questo insetto. Dopo 3 mesi, scoperto che era una regina di Bombus terrestris , mi sono deciso a studiare questi apoidei, scoprendo un mondo favoloso, che non finisce mai di stupire, dove si possono fare continuamente delle scoperte, anche nel cortile di casa nostra.”

Filippi attualmente collabora con ricercatori dell'Università di Pisa a indagini di campo sull'impollinazione delle orchidee che hanno condotto alla formulazione dell'ipotesi che durante la visita dell'insetto al fiore di Serapias , oltre al noto tradizionale “scambio”, le femmine bottinatrici ottengano, all'interno del fiore, il calore necessario per la loro termoregolazione. Attualmente “la nuova frontiera sembra essere rappresentata dagli odori con cui gli insetti comunicano tra loro e scoperte recenti fanno pensare che sta per aprirsi una nuova finestra sul mondo degli impollinatori, con un futuro denso di numerose scoperte.”

Ciao, Luciano, aspettiamo da te altre belle fotografie.

 

B. terrestris
su Barlia robertiana
B. terrestris
su Barlia robertiana
B. terrestris
su Gymnadenia conopsea
B. pascuorum
su Limodorum abortivum
B. pascuorum
su Spiranthes spiralis
B. pascuorum
su Spiranthes spiralis
B. pascuorum
su Orchis morio